Rotolo di frittata al forno.

Te lo dico subito, la roba che ti sto per proporre non basta per una cena. Noi l’abbiamo inserita in una mangiata colossale di salumi e formaggi, una di quelle che poi non riesci ad alzarti da tavola e ti tocca rotolare per un paio di giorni buoni od intensificare lo sport per riprenderti.

tumblr_myluj9rajh1sl1e92o1_500

Eseguire quest’esercizio tutti i giorni, può tonificare i muscoli dei polsi.

Facciamo una frittata al forno ma siccome non ci piacciono le cose facili, la arrotoliamo.
Per crearla, due le cose davvero fondamentali: un forno ed una teglia piatta e bassa, come questa:

DSC02720.JPG
Go, go, go! 

La teglia che ho usato 30×22 e con uno spessore di 3 cm.

Per preparare un rotolo di frittata, per due persone, hai bisogno di: 

  • 6 uova;
  • qualche foglia di basilico;
  • sale, pepe;
  • 20 grammi di latte;
  • 20 grammi parmigiano
  • 100 grammi di prosciutto cotto a fettine sottili;
  • 100 grammi di provola secca, sempre tagliata a fettine sottili. Non usare stracchino o crescenza: ci ho provato ed è inutile. Da provare con robiola, philadelphia o altro, ma la dose diventa di circa 200 grammi.

Ho poi preparato una variante con all’interno le zucchine. Se sei interessato gli ingredienti sono gli stessi, devi solo togliere i 20 grammi di latte ed aggiungere 300 grammi di zucchine grattugiate.
Poco più sotto ti spiego il procedimento.

Accendi il forno a 180 gradi.

DSC02724.JPG

Seguite il vostro cuoco camionista!

Come è noto in tutto l’universo, non si può fare una frittata senza rompere qualche uovo. Io e i miei Kaiju abbiamo iniziato così:

DSC02731.JPG

Uno dei miei tanti collaboratori.

In una ciotola capiente butta dentro le uova, il parmigiano, il basilico tagliato a pezzetti abbastanza piccoli, il sale, il pepe ed il latte.

Mescola tutto molto brevemente con una forchetta. Devi giusto amalgamare gli ingredienti.

Metti un foglio di carta da forno sulla teglia e rovesciaci il composto sopra. Dopodiché cerca di livellare il composto in maniera uniforme, aiutandoti con un cucchiaio:

Inforna a 180 gradi per 15 minuti e mentre aspetti dedica il tuo tempo a complimentarti con i tuoi collaboratori.

DSC02742.JPG

Kong, intento a riordinare la cucina.

Esaurito il tempo dovresti avere ottenuto questa meravigliosa mattonella. Se noti dei rigonfiamenti non ti preoccupare, appena uscita dal forno si appiattirà naturalmente:

Copri la teglia con un altro pezzo di carta da forno e adagia sopra uno strofinaccio arrotolato. Ti servirà come presina e farà anche da stabilizzatore per la povera frittata che sta per essere ribaltata.

Capovolgi la teglia con un movimento netto e veloce.

Delicatamente stacca la carta da forno superiore.

Davanti a te hai una mattonella di uova.

Adesso iniziamo la farcitura. Inizia con la scamorza.

Aggiungi infine il prosciutto cotto.

A questo punto bisogna arrotolare la frittata e lo devi fare aiutandoti con la carta da forno che hai ancora sotto. Arrotolala partendo dal lato più lungo del tuo rettangolo, senza metterti fretta. Non si romperà e l’operazione è davvero indolore. Di seguito ti metto le tre foto dell’operazione, poiché è più facile da mostrare che da spiegare

DSC02751.JPG

DSC02752.JPG

DSC02753.JPG

Ed eccolo in tutta la sua integrità:

Non ti resta che tagliarlo a pezzi.

Finito!
Ne vale la pena? Sì. Impieghi una mezzora ed è quasi più semplice di una frittata cotta in padella.

Se sei interessato alla variante con le zucchine, devi solo grattugiarle con i fori larghi della grattugia.

Quando compi quest’operazione, taglia solo un’estremità delle zucchine, ma lasciane un’altra così da usarla da “manico”, altrimenti ti distruggi le dita.
Otterrai questo:

Unisci questo ammasso di zucchine con il composto di uova (lo stesso identico composto, togli solo i 20 grammi di latte: sarà già abbastanza umido).
Mescola tutto.

Versa l’impasto nello stesso modo che già ti ho spiegato sopra, solo che questa volta devi infornare a 180 gradi per 20 minuti e non 15 (ci vuole un po’ di più a causa dell’umidità delle zucchine).

Otterrai questo:

E niente, poi fai uguale: condisci, pieghi e mangi.

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...