Fusilloni al vino rosso.

Raga, oggi risottiamo la pasta nel vino pure se la parola risottare mi sta sul cazzo.

mr-bean-middle-finger

Un cordiale fanculo alla parola risottare.

Ci devi stare un attimo dietro e non devi esagerare col liquido che sennò poi mangi una minestra. Se proprio sei titubante, compra una pasta fresca con una cottura da sei minuti per sperimentare la prima volta. Che sennò poi mangi male ed io mi sento in colpa.

tumblr_n2wbll4czc1r6kuazo1_500

E poi mi saluti così ed io ci rimango male.

Go, go, go!

Per preparare della pasta al vino, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di pasta. Quella che ti pare.
  • una bottiglia di Chianti. Se non ti piace il Chianti, usane un altro bello corposo. Se hai intenzione di utilizzare il Tavernello, invece, vattene affanculo;
  • 100 grammi di cacioricotta grattugiata + altri 30 da mettere sui piatti. Se la trovi aromatizzata al vino, tanto meglio. Il mio consiglio è NON pecorino perché troppo salato e non parmigiano, perché troppo dolce.
  • un cucchiaio d’olio, mezza cipolla bianca.

Per il vino: prendine uno dal gusto deciso, non dolce e non frizzante (dalla regia mi dicono che l’aggettivo giusto è fermo). Noi abbiamo comprato un Chianti.

tumblr_pa4i4nsuuu1r0awsqo1_1280

Il procedimento è facilissimo e velocissimo.

Go, go, go!

Se hai una pasta con una cottura molto breve (intorno ai 6  minuti) la puoi cuocere direttamente in padella.
Se scegli invece una pasta con una cottura più lunga (dai 10 in su) dagli prima una bollitura breve in acqua salata.

Qualunque sia il tipo di pasta scelto, occupiamoci del resto degli ingredienti.

Trita la cipolla in maniera grossolana e mettila in padella insieme ad un cucchiaio d’olio. Falla stufare a fiamma bassa.

Gratta il formaggio.
Io ho trovato una cacioricotta locale aromatizzata al vino. Eccola:

tumblr_pa4i9qn2ul1r0awsqo3_1280

Aveva un gusto salatino ma non invadente, perfetto per insaporire senza coprire. Purtroppo ogni cacioricotta va a sé e magari dovrai andare a tentativi, ma di sicuro non scegliere parmigiano o pecorino. Il pecorino è troppo invadente, il parmigiano troppo dolce.

Grattugia i 130 grammi di formaggio.

tumblr_pa4i9qn2ul1r0awsqo4_1280

La cipolla deve essere ammorbidita, leggermente colorata.

Se è così, puoi iniziare a cuocere la pasta.
Se è con cottura lunga, fai fare i primi 3-4 minuti in acqua bollente. Giusto il tempo per ammorbidirla un po’.

Tira fuori la pasta con largo anticipo, almeno 4 minuti prima del tempo indicato sulla confezione.
Se hai una pasta con poco tempo di cottura, invece, cacciala direttamente in padella.

Per il sale,  non te ne preoccupare: ci penserà il formaggio a dare sapidità.

Versa ora il vino. La quantità è abbastanza variabile, direi di partire con un 200 grammi e poi andare a braccio: dipende dalla fiamma, dal tipo di pasta, dalla Madonna.
Chiudi col coperchio per portare il vino a bollore.

Appena bolle, scoperchia.
Fiamma alta, ogni tanto  mescola. Non occorre che la pasta sia totalmente immersa nel vino, aggiungi liquido mano a mano che occore.
Fai in modo di avere ancora un po’ di liquido, quando spegni la fiamma. Tipo un po’ meno di così:

Spegni la fiamma, lascia riposare un 30 secondi per abbassare la temperatura della padella.

Aggiungi i 100 grammi di formaggio. Gradualmente, mescolando manciata per manciata.  Per 2 ragioni: il risultato non deve essere secco ed in secondo luogo dobbiamo dare modo alla pasta di assorbirlo bene.

Quando aggiungi il formaggio a fine cottura direttamente nella padella, cerca di non fare toccare alla padella il formaggio stesso: appoggialo sulla pasta e mescolalo bene, senza fretta. Se il formaggio toccasse la padella, si attaccherebbe al fondo della padella e sarebbe un peccato.

Piano piano esaurisci tutto il formaggio:

Non devi ottenere una pasta secca.

Ecco qui cosa dovresti avere davanti:

tumblr_pa4i9qn2ul1r0awsqo10_1280

Prepara le porzioni e cospargi ogni piatto con il rimanente formaggio grattugiato.
Siamo pronti per mangiare.

tumblr_pa4hwgw49g1r0awsqo1_1280

Ciao e buon appetito!

Un pensiero su “Fusilloni al vino rosso.

  1. Pingback: Pollo al vino rosso. – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...