Strascinati con sugo di carciofi

Ormai è chiaro che i carciofi teronici non sono uguali a quelli nordici.
Nella ricetta originale Catia ne cucina solo 4 con ben due scatole di pelati. Io ne ho acquistati 6 per ottenere 200 grammi scarsissimi di roba mangiabile e li ho cucinati con 300 grammi scarsi di passata.

tumblr_lpd1hd5t7g1qgmii8

La disperazione mentre pulivo i carciofi.

Buoni, eh, ma risicatissimi. Per fortuna erano in offerta, altrimenti avrei pure pagato 6 euro per non mangiare una ceppa.

Lamentele economiche a parte, la cena è stata tanto semplice quanto buona, quindi ti passo la ricetta.
Fermo restando che sì, ok, i carciofi freschi, ma mai più per cucinare qualcosa di molto, molto, ma molto carciofo (come potrebbe essere una lasagna o una vellutata). Se è vero che il gusto è mondiale, è pure vero che non si può chiedere un mutuo per preparare una cena.

tenor4

sossoldi.

Iniziamo.

Go, go, go!

Per preparare gli strascinati con sugo di carciofi, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di strascinati (se sono secchi. Quelli freschi salgono a 250);
  • circa 300 grammi di carciofi freschi (io ne ho comprati 6 freschi ed ho ottenuto 200 grammi);
  • 300 grammi di passata di pomodoro;
  • mezza cipolla;
  • 100 ml di vino bianco;
  • un cucchiaio d’olio, pepe e prezzemolo.

Pulisci i carciofi come già ti ho illustrato.

Tagliali a pezzetti, non piccoli. I miei carciofi erano così risicati che li ho semplicemente puliti e poi lasciati così. Divisi in 4 pezzi.

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo1_1280

Eccoli.

Metti a bollire l’acqua della pasta.

In una padella fai scaldare un cucchiaio d’olio e soffriggi la cipolla tritata.
Dopo pochi minuti caccia dentro anche i carciofi ed il vino bianco.

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo2_1280

Fai evaporare il vino a fiamma medio bassa, poi aggiungi la passata.

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo3_1280

Metti il coperchio e fai cuocere 30 minuti, a fiamma bassa. Anche 40, nel caso in cui il sugo non si fosse ancora abbastanza ristretto.

Nel frattempo, trita il prezzemolo.

Come ormai facciamo sempre, butta la pasta e tirala fuori con una schiumarola a tre minuti dalla fine della cottura. Riversala nel sugo e concludi la cottura, aggiungendo acqua nel caso servisse.

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo4_1280

Ormai è un’operazione che conosci a memoria.

Spegni la fiamma, aggiungi il prezzemolo tritato e mescola bene.

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo5_1280

Se sono riuscita a spiegarmi come si deve, dovresti avere ottenuto questo risultato:

tumblr_ozz6jlxoce1r0awsqo6_1280

Molto semplice, ma dato che l’unica ricetta di pasta coi carciofi era con carciofi surgelati, mi sembrava giusto darti un’idea di come si possono preparare freschi.

La prossima volta prepareremo una bestia seria: il baccalà. Quindi inizia a metterlo in acqua, che ci vogliono almeno tre giorni di ammollo per dissalarlo.

Ciao!

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...