Fusilli con ricotta vaccina e pancetta abbrustolita.

Oggi noi cuociamo la ricotta.

tumblr_om7yjadiya1u501aoo3_400

Lo so che non riesci a credere alle tue orecchie.

Tre i motivi, ormai celebri, per cui il Kaiju qui ha aperto un blog:

  • per bestemmiare contro le casalinghe golose, mamme e mogli prima di essere persone;
  • per cercare di insegnare anche ad un solo individuo che no, lo zafferano ed il latte non sono un connubio perfetto;
  • per estrema indignazione verso tutte le ricotte maltrattate, scaldate e fatte cagliare dal branco di mogli e madri di cui sopra.

Ogni giorno, leggendo le stronzate di cui sopra, la mia reazione era la seguente:

tumblr_inline_oyh1y6szq41sdaugl_540
Dopo anni in cui ho sfracellato i coglioni al mondo, il mondo mi ha sfanculato dicendo Apri un blog e smettila di menarla. E così accadde.

Però oggi è successo: oggi ho cotto la ricotta.

Non quella di bufala (ERESIA! E se la vuoi cucinare, ecco il link) ma quella vaccina, molto più delicata e versatile. Ho rubato la ricetta a Noce Moscata food blog, che di sicuro sa mangiare e col cazzo che la ricotta se la sbafa rovinata. La ricotta come qualsiasi altra cosa, sia chiaro.

Volevo anche capire se la ricotta fosse adatta a sostituire philadelphia e robiola nella caterva di ricette cretine che trovo nel web, ogni sera. Che tipo sembra non si possa vivere, senza philadelphia e robiola. E pure senza segnaposto di pasta sfoglia a forma di albero di natale. O senza tronchetti natalizi. E vogliamo parlare della vasocottura, signora mia? E delle uova crude nel tiramisù, orrore, orrore, orrore?

tumblr_oxqekx8qiq1qc9dlro1_1280

Ho capito, ho capito. La smetto.

Ed immagino quanto tu sia curiosa di sapere le mie valutazioni finali, quindi eccole.

Come piatto non mi fa impazzire. Buono è buono, ma non mi ha dato particolare soddisfazione. Non più di un piatto con la panna, per nominare un altro ingrediente che non amo tanto. Mi ricorda quelle robe che cucinava mia madre quando tornavo da scuola. Poco tempo, poco impegno, pesantezza e via.

E no, di sicuro la ricotta e i formaggi spalmabili non appartengono alla stessa famiglia. Quindi abbiamo le nostre risposte.

Partiamo subito con il procedimento ma sappi che, pure con l’avvento della macchina fotografica figa, non sono stata tanto in grado di avere delle foto decenti. La roba bianca non è fotogenica, sallo.

Vai a fare la spesa, così cominciamo.

Go, go, go!

tumblr_nzbnwinywk1rfd7lko1_r1_500

Tipica utilità delle buste biodegradabili.

Per cucinare dei fusilli con ricotta vaccina e pancetta abbrustolita, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di fusilli;
  • 300 grammi di ricotta vaccina;
  • 100 grammi di pancetta tesa (o affumicata, se sei tanto fortunata da trovarla) in una sola fetta;
  • pepe.

Metti l’acqua della pasta a bollire.

Taglia la pancetta a dadini piuttosto piccoli.

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo1_1280

Caccia la pancetta in una padella e falla abbrustolire, a fiamma medio bassa. Non aggiungere olio o burro, tanto la pancetta è cicciosa di suo.

Appena è bella colorata, mettila in un piatto.

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo2_1280

Nella stessa padella in cui hai abbrustolito la pancetta, metti la ricotta. Abbassa la fiamma al minimo.
Aiutandoti con un cucchiaio di legno, falla sciogliere. Aggiungi un po’ di acqua di cottura, poco per volta. Quando raggiungi questo risultato, spegni:

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo4_1280

Tira fuori i fusilli al dente, con l’aiuto di una schiumarola (l’acqua di cottura ci serve!) ed uniscili alla ricotta.

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo5_1280

Accendi la fiamma al minimo, mescola bene tutto. Aggiungi altra acqua di cottura, a piccole dosi, fino a quando non raggiungi una consistenza cremosa. Liscia, omogenea, NON liquida.

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo6_1280

Ci siamo quasi.

Adesso prepara le porzioni e, su ogni piatto, metti la pancetta abbrustolita e spolvera con del pepe.

Se sono riuscita a spiegarmi, dovresti avere raggiunto questo risultato:

tumblr_p23lv4kfea1r0awsqo7_1280

Fa la sua porca figura.

Adesso hai il potere, usalo saggiamente.

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...