Zuppa di lenticchie e spinaci.

So che avrai la tentazione di aumentare le dosi, perché 200 grammi di lenticchie secche sembrano una poverata.
So che il timore di avere fame dopo cena è così alto che ti fa prendere delle decisioni avventate. Lo so, perché sono come te.

tumblr_p4odfuddb71ut1d6co1_540

Però io due volte ho aumentato le dosi e due volte mi sono spanzata che sto ancora qui a gestire i rutti.
Quindi fidati: 200 grammi di lenticchie bastano e sarai sazio. Poi c’è anche il pane, in questo caso, quindi proprio non hai da temere nulla.

E adesso basta, cuciniamo subito, sennò divento logorroica.

tumblr_p3crz2ncav1upfu3oo1_1280

Eh, ma infatti, le matte risate.

Go, go, go! 

Per preparare una zuppa di lenticchie e spinaci, per due persone, hai bisogno di:

  • 200 grammi di lenticchie secche;
  • una carota, una costa di sedano e mezza cipolla bianca;
  • 250 grammi di spinaci freschi;
  • sale, 4 cucchiai d’olio;
  • un po’ di pane da bruschettare (e per bruschettarlo avrai bisogno di un altro po’ d’olio e di uno spicchio d’aglio intero).

Le lenticchie non hanno bisogno di ammollo (almeno non quelle che uso io, controlla comunque la tua confezione) e le abbiamo già imparate a gestire qui. Ma ripeterò le istruzioni basilari, non ti preoccupare.

Inizia scaldando una pentola piena di acqua calda.

Adesso prepara il soffritto. Con un pelapatate raschia la parte esterna della carota e del sedano. Lava le verdure e tritale (ricordati anche della mezza cipolla). Se hai il mixer fai prima.

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo1_1280

In una pentola metti due cucchiai d’olio, falli scaldare e poi aggiunti il trito di verdure.

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo2_1280

Fai soffriggere a fiamma medio bassa per qualche minuto. Nel frattempo sciacqua le lenticchie con l’aiuto di un colino.

Aggiungi anche loro nella pentola:

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo3_1280

Fai insaporire per un minuto, mescolando con un cucchiaio di legno, poi ricopri con l’acqua che hai scaldato. Non ti preoccupare se non è bollente, tanto la cottura delle lenticchie si calcola da quando l’acqua riprende il bollore.

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo4_1280

Come puoi vedere dalla foto non devi riempire l’intera pentola. Se poi l’acqua, durante la cottura, dovesse evaporare, puoi tranquillamente aggiungerne dell’altra.

Copri, porta il tutto a bollore, a fiamma media. Poi continua la cottura semicoperto, con fiamma sufficiente a fare sobbollire la zuppa.

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo5_1280

Il tempo di cottura è piuttosto variabile, dipende dalle lenticchie. Le mie hanno impiegato 25 minuti.

Mentre attendi, pensa agli spinaci. Se li hai freschi, lavali e togli solo i gambi molto duri.
Se li hai surgelati, comincia a cuocerli al microonde, seguendo le istruzioni.

Abbiamo anche del pane da bruschettare, (cosa che dovresti sapere già fare perché ne abbiamo parlato qui): taglialo a fette ed infornalo a 200 gradi. Dovrebbe essere pronto dopo circa dieci minuti, ma dipende dal pane e dal forno. Di sicuro le fette dovranno essere colorate e croccanti.
Sfornale, mettile in un piatto, cospargi con un po’ d’olio (un cucchiaio o due) e poi strofina i bordi di ogni fetta con uno spicchio d’aglio.
Ed anche il pane è a posto.

Quando le lenticchie sono pronte, aggiustiamo di sale e cacciamo dentro gli spinaci (sia che si tratti di quelli freschi che di quelli surgelati).

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo6_1280

Se usi quelli freschi, non ti preoccupare se ti sembra una mole enorme: pochi secondi e perderanno volume. Tu chiudi col coperchio e stai a vedere.
Ecco qui:

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo7_1280

Concludi la cottura (gli spinaci freschi impiegano 5 minuti a cuocere, quelli surgelati in realtà hanno solo bisogno di unirsi alla zuppa). Assaggia, aggiusta di sale ed aggiungi anche dell’acqua, se ti sembra troppo asciutta. La consistenza devi deciderla tu, in fin dei conti.

Fai i piatti, irrora con un cucchiaio d’olio e goditi il tuo pane tostato.
Ecco il mio piatto:

tumblr_p50glvqkse1r0awsqo8_1280

Secondo me ha una bella faccia. E il tuo piatto com’è venuto?

tumblr_n7v69fqljq1qc8jh0o4_250

Vero, buonissimo!

L’ideale per questi giorni di freddo maledetto: a fine cena ero in maglietta, talmente era bollente.

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...