Linguine aglio, olio, peperoncino e pomodori secchi.

Cilento: quel posto dove ti dicono di produrre robe artigianali, ma in realtà ti stanno vendendo la sòla, come giusto Vanna Marchi.

wanna-2

Io, ogni volta che leggo gli ingredienti nelle specialità cilentane.

E pensare che i turisti vengono qui e sfracassano poi le palle per tutto l’anno ricordando come era buona tutta quella roba che gli han spacciato per locale, bio, gluten e minchiafree ed invece era la solita cagata, solo col prezzo gonfiato.

tumblr_niqwatkgdj1s6wq07o4_250

Ma no, guarda che stiamo parlando di molta più gente. L’inguaribile ottimismo del TimeLord.

C’erano dei pomodori secchi (di lusso) tipici cilentani che volevo provare da tempo.
Così l’ho comprati e a casa, con calma, ho letto gli ingredienti.
E come erano conservati, quei fantastici prodotti tipici di questa terra in cui ci sono più ulivi di erbacce?

In olio di mais.

tumblr_p6bxykjjts1qmhqe9o7_250

Ed io così, a urlare in cucina.

Comunque, nonostante abbiano provato con tutte le forze a sabotare la mia cena, la pasta è venuta bene. Come può non essere buona una pasta aglio, olio, peperoncino e pomodori secchi, in fin dei conti?

Quindi go, go, go! e cerchiamo di dimenticare le nefandezze culinarie locali.

tumblr_nkywbhf5df1tmo5g4o1_r1_250

Pensiamo a mangiare, che è meglio.

Per preparare delle linguine con aglio, olio, peperoncino e pomodori secchi sott’olio hai bisogno di:

  • 180 grammi di linguine;
  • 30 grammi d’olio;
  • 100 grammi di pomodori secchi;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • uno spicchio di peperoncino fresco;
  • prezzemolo, basilico, origano.

Metti l’acqua della pasta a bollire e, mentre attendiamo le bolle, prepariamo tutto il resto.

Se hai possibilità il mio consiglio è sempre di comprare e cercare di non fare morire piantine di ogni tipo.
La mia cucina, a volte, si trasforma in una giungla:

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo5_1280

Già che sono in vena di mostrarti foto inutili, ti presento anche i pomodori secchi cilentani:

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo1_1280

Metti in padella, senza accendere il fuoco, i 30 grammi d’olio, l’aglio tritato (o, ancora meglio, spremuto con lo spremiaglio), il peperoncino e i pomodori secchi tagliati a pezzi. Non ti sbattere a togliere il loro unto, che tanto ci serve.

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo2_1280

Prepara un abbondante trito di prezzemolo.

Appena bolle l’acqua cala la pasta e a questo punto puoi accendere il fuoco pure sotto la padella. 
Aggiungi il basilico, spezzettandolo grossolanamente a mano (col coltello diventa nero, quindi evita).

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo3_1280

Aggiungi anche un po’ di origano ed appena il tutto soffrigge in maniera decisa, spegni ed attendi la pasta.

Nota per il peperoncino: questa pasta non deve lasciarti la bocca a fuoco, altrimenti non sentiresti il sapore dei pomodori secchi e sarebbe un peccato. 

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo4_1280

Tira fuori la pasta 3 minuti prima del tempo indicato sulla confezione – senza buttare la sua acqua di cottura, che ci servirà –  e cacciala in padella.

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo6_1280

Concludi lì la cottura, a fiamma medio alta, bagnando con l’acqua di cottura.
Verso la fine aggiungi anche il prezzemolo.

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo7_1280

Continua a mescolare ed ecco qui cosa dovresti avere, alla fine:

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo8_1280

Prepara i piatti e mangia:

tumblr_p9dksitrbc1r0awsqo9_1280

Ciao e buon appetito!