Pizzetta (schiacciata) con mortadella e pesto di pistacchi.

Guarda che questo panino pizza c’ha tipo 1300 calorie, però vale ogni singolo morso.
È una cena a tutti gli effetti, un pranzone, una roba che ti si piazza nello stomaco e lo arreda bene bene. Appende i poster, monta il letto a castello, attacca gli adesivi sul frigo.

Cosa ci sarà in quel paninazzo?

Vale la pena ingurgitare tutta quella ciccia? Certo. La mortadella è uno dei doni di Amon ed il pesto di pistacchi abbiamo imparato ad amarlo e ad onorarlo in queste ultime settimane, della stracciatella che cazzo vuoi dire di male.
Certo, non è dietetico. Certo, c’ha il glutine. Certo, non è vegano e manco vegetariano. Certo, c’ha una quantità immane d’olio.
Ma, si sa, a noi JunkFoodisti frega un cazzo.

tumblr_orkcc1rybv1rp0vkjo1_500

Il paninazzo non ha l’olio di palma giusto per caso.

Quindi grabba un coltello per tagliare la burrata e tirarne fuori il cibo degli dei che si chiama stracciatella e partiamo.

Go, go, go!

Coltelli di una certa importanza.

Per preparare un panino con mortadella e pesto di pistacchi hai bisogno di:

Prepara l’impasto della pizza usando questa ricetta qui.
Accendi il forno a 210 gradi e intanto prepara il pesto di pistacchi, usando questa ricetta qui.
Prendi la burrata con tutta la sua busta (o il suo contenitore di plastica) ed immergila in acqua calda (sui 37 gradi e per sapere se la temperatura è giusta non sbatterti: caccia la mano nell’acqua, se la senti calda ma non bollente, va bene).
Lasciala nell’acqua per una ventina di minuti, così si riprende.

Prima di infornare la pizza spennella la superficie con 10 grammi d’olio.

Inforna a 210 gradi per circa 25 minuti.
Verrà fuori una cosa molto biscottosa, abbronzata sulla superficie. Una specie di schiacciata, insomma.

Tagliala in 4 pezzi e poi condiscila.
Fidati, è molto più facile gestire un pezzo per vota piuttosto che condirla per intero.

Su ogni fetta metti della mortadella

Sopra la mortadella ci vuole il pesto:

Ed infine incidi la burrata con un coltello e lì dentro troverai la stracciatella.
Che dovrai versare sulla tua pizzetta. E basta, goditi il potere delle tue ginocchia.

Ovviamente ti puoi fare pure un panino semplice, eh, ma questa versione scrocchiosa è meglio.

Mi raccomando: non fare la stronzata di comprare il pesto di pistacchi, perché quello industriale è proprio una monnezza immonda.

Ciao e buon appetito!

2 pensieri su “Pizzetta (schiacciata) con mortadella e pesto di pistacchi.

I commenti sono chiusi.