Frittelle di zucchine

Stasera si frigge.

E giù subito con l’allenamento, che per smaltire il fritto ce ne vuole.

Ho ben due ricette di frittelle di verdure da regalarti, ma sappi che non sarà facile per il tuo corpo. Mentre ti scrivo ho ancora acidità di stomaco, l’intestino disturbato e continuo a ruttare.
Nonostante, giuro, ci ho provato a buttare fuori tutto quell’unto in eccesso.

Go, go, go!

Puoi saltare la corda quanto ti pare, nuotare sei ore e mezza e pure partecipare al Kumite: il fritto sarà sempre lì a ricordarti della sua presenza. Farà il tifo per te, come  ogni fedele compagno di allenamento, ma per quanto correrai non riuscirai a lasciartelo indietro. Sarà sempre lì, con te, a scorrere nelle vene.

Lara ci prova, ma manco lei nulla può contro le frittelle di feta.

Però inutile che ci diciamo cazzate: il fritto sarà indigeribile ma è buono, quindi fanculo.
Due post di seguito di frittelle: oggi di zucchina, domani non te lo spoilero ma saranno pure meglio.
Questa prima ricetta l’ho rubata a Luca Pappagallo, ormai mio Maestro di Ciccitudine felice.

Go, go, go!

Sìsì, inutile che continui ad allenarti, già te l’ho detto. Il Fritto regna.

Nota bene: queste frittelle di zucchina non sono sufficienti per cenarci, devi per forza accompagnarle con qualcosa. Io avevo preparato un pollo arrosto ed invece delle classiche patate al forno ho mangiato ‘ste frittelle.

Per preparare delle frittelle di zucchine, come contorno per due persone, hai bisogno di:

  • circa 300 grammi di zucchine;
  • 2 uova;
  • 70 grammi di farina;
  • sale, pepe, basilico;
  • 50 grammi di parmigiano grattugiato;
  • 50 grammi di emmenthal grattugiato;
  • olio per friggere. Io non uso l’olio di semi, ma quello di oliva. Perché? Perché è più sano e soprattutto più digeribile. Ovviamente non usare un olio di oliva buono, ma uno qualsiasi industriale. 

Lava le zucchine, taglia loro il culo ma lascia in pace il picciolo. 
Grattugia le zucchine usando i fori grandi della grattugia. Perché ti ho fatto lasciare i piccioli? Perché li userai come manici durante l’operazione del grattugiamento. Quando sarai arrivata quasi a fine zucchina, infatti, ti sarà utile:

La tieni dal picciolo e concludi così l’operazione, senza sprecare un grammo di zucchina e senza spaccarti le mani.

Caccia le zucchine grattugiate in una ciotola ed aggiungi un po’ di sale. Mescola bene con le mani. Lasciale riposare mentre prepari il resto degli ingredienti, in questo tempo butteranno fuori un po’ d’acqua.

Grattugia 50 grammi di parmigiano e 50 di emmenthal.

In una ciotola caccia 2 uova e sbattile bene.
Aggiungi i formaggi, un po’ di sale, del pepe e delle foglie di basilico spezzettate con le mani. Amalgama il tutto.

Nel frattempo le zucchine avranno cacciato un po’ di acqua. Scolale e mettile su uno strofinaccio (pulito).

Chiudi lo strofinaccio e strizza molto, molto bene le zucchine. Ci vuole putenza nei bracci, finalmente il sollevamento pesi ti sarà utile anche nella vita vera.

Quando smetterà di uscire acqua hai finito.
Riapri lo strofinaccio e troverai una pappetta:

Incorpora la pappetta alle uova:

Versa i 70 grammi di farina ed incorpora benissimo anche lei. Usa la forchetta, che col cucchiaio è più scomodo. 

L’impasto è pronto.
In un padellino (quello che usi per friggere) versa un dito d’olio. Non è una frittura ad immersione, quindi non c’è bisogno di esagerare.
Scalda l’olio con una fiamma media per un minuto ed inizia a preparare le frittelle.

Prendi due cucchiai: con un cucchiaio prelevi un po’ di impasto, con l’altro cucchiaio spingi l’impasto nell’olio.

Non c’è bisogno che la fiamma sotto l’olio vada a cannone. 
Le frittelle di zucchine hanno bisogno di pochissimo tempo, intorno ai tre minuti complessivi. Dopo un minuto girale con l’aiuto di spatole varie. Sono pronte quando sono belle dorate su ogni lato.

Friggine poche alla volta, altrimenti l’olio perde temperatura. E poi ti sarebbe scomodo girarle se la padella fosse troppo affollata.
Non fare bruciare l’olio, anche, che si traduce in: non alzare a cannone la fiamma, tienila media.

Quando sono pronte falle riposare su un piatto foderato di carta assorbente, così scivola via un po’ d’olio in eccesso.

Prepara i piatti e guarda la bellezza:

Se occorre, salale un po’. Ora siediti e mangia, te lo sei meritato.

Ciao e buon appetito!

 

Un pensiero su “Frittelle di zucchine

  1. Pingback: Frittelle di feta e zucca. – La cucina e le bestemmie di Pizzakaiju

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...