Spezzatino coi funghi.

La ricetta è lunga, quindi oggi niente cazzeggio.

Lo so che preferiresti che facessi sempre così. Ma ti attacchi.

Lo spezzatino lo sappiamo già fare:  ricordi che l’autunno scorso abbiamo preparato quello classico, con patate e funghi?
E ricordi pure chi è che ce lo aveva insegnato? Bravo, Stefano Barbato.
E sai a chi rubiamo la ricetta di quello coi funghi? Bravo di nuovo, sempre Stefano Barbato.
Perché nella Kaiju’s Land nulla si inventa ma tutto si divora ed ormai l’intero ricettario di ‘sto poveraccio si sta riversando qui sopra.
La mia utilità? Pressoché zero. Oggi poi che manco cerco di farti ridere, servo proprio a un cazzo.

Roba che adesso quasi quasi mi deprimo, chiudo il blog e vado in letargo. 

Cerchiamo di non pensare al proprio scopo nell’esistenza, sennò finisce che ci impicchiamo tutti quanti.
Dunque.
Per preparare questo roba mondiale hai bisogno di tre ore buone. E se lo fai riposare un po’ prima di mangiarlo male non fa. Quindi regolati.

Go, go, go!

Nelle tre ore di lavoro fatti uno spuntino, mi raccomando.

Per preparare uno spezzatino coi funghi, per due persone, hai bisogno di:

  • 800 grammi di carne di bovino. Quale? Spalla o pancia (io ho usato l’almone). La carne non deve essere né troppo grassa né troppo magra;
  • 400 grammi di funghi freschi. Quelli che vuoi;
  • un litro e mezzo di brodo vegetale, preparato con una costa di sedano, una carota, una cipolla, 2 pomodorini ed uno spicchio d’aglio. Non usare il dado, dai, non per preparazioni così lunghe;
  • 20 grammi d’olio complessivi, 10 per la carne e 10 per i funghi;
  • un altro spicchio d’aglio per i funghi;
  • 120 grammi di vino rosso;
  • una foglia di alloro, 5 bacche di ginepro, 1 chiodo di garofano, rosmarino secco;
  • sale e pepe;
  • 25 grammi di porro, 50 grammi di sedano, 50 grammi di carote; 25 grammi di cipolla dorata per il soffritto;
  • 500 grammi di passata di pomodoro.

Partiamo col brodo vegetale. Devi semplicemente tagliare le verdure a pezzi grossi e metterle in un litro e mezzo di acqua. Metti del sale (grosso o fino non cambia, scegli quello che riesci a dosare meglio), il coperchio e porta a bollore. Poi abbassa la fiamma in modo da avere un sobbollore e fai andare per 30 minuti, sempre col coperchio.

Appena è pronto possiamo partire.
Innanzitutto ti presento la carne:

Come già scritto, deve essere un taglio non di prima qualità (spalla o pancia) e la quantità di grasso deve essere IL GIUSTO. Che non significa un cazzo, ecco perché hanno inventato le fotografie.

Taglialo a pezzotti non giganti.
Poi prepara gli ingredienti del soffritto. Ci servono a pezzi piccolissimi, quindi mixer.

Versa 10 grammi d’olio in una pentola di cui possiedi il coperchio ed appena è caldo butta dentro il soffritto.

Fai andare per 5 minuti, poi aggiungi i pezzotti di carne.

Tocca pure alle spezie: alloro, rosmarino, chiodi di garofano e ginepro.

Mescola tutto bene e poi metti il coperchio. Fai andare per qualche minuto a fiamma media.

La carne dovrebbe rilasciare un po’ di liquido. Ogni tanto controlla, ma lascia cuocere per circa 5 minuti.
Quando riaprirai, dovresti avere una roba del genere:

È quindi il momento del vino.

Alza leggermente la fiamma e lascia evaporare la parte alcolica.
Adesso puoi spostare la pentola nel fuoco più basso che hai e fare andare per due ore: usa il semicoperto ed aggiungi il brodo vegetale che hai preparato se il liquido dovesse scarseggiare.

Ora con grande, immensa calma possiamo pensare ai funghi.
Innanzitutto se sei di quelli che puliscono i funghi, fallo. Io taglio loro solo la parte terrosa e vivo bene.
Poi tagliali a fette.

Tieni conto che i funghi li uniremo alla carne solo dopo DUE ORE. Quindi preparali 20 minuti prima dello scadere delle prime due ore, non serve farli prima. 

Come si fanno? Semplicissimi.
Versa 10 grammi d’olio in una padella e fai soffriggere uno spicchio d’aglio intero, scamiciato e schiacciato.

Appena è colorato toglilo e aggiungi i funghi.

Aggiungi sale e pepe efai andare a fiamma medio alta, girando spesso, fino a quando si attaccheranno alla padella.

A questo punto versa una mestolata di brodo e fai andare ancora per 5 minuti.

Sono passate due ore?
Bene, aggiungi i funghi e tutto il loro liquido nella pentola.

Pure la passata di pomodoro.

Ed aggiungi il sale, che ancora non lo abbiamo messo.
Fai andare per altri 40 minuti, sempre a fiamma bassa e sempre semicoperto.
Verso la fine mescola più spesso, perché il liquido sarà sempre meno e quindi rischi che si possa attaccare tutto al fondo.

40 minuti dopo ecco il risultato:

Lascia riposare, se vuoi, e quando sarà tempo di papparselo ti basta accendere una fiamma bassa e riscaldare il tutto (girando e, se hai paura di bruciare tutta la madonna, aggiungendo poco brodo o dell’acqua).

Prepara le porzioni ed ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...