Tubetti con pancetta e piselli (tutorial per minestra).

Ne è passato di tempo da quando ho aperto il blog.
E quante cose abbiamo scoperto, insieme!

No, non iniziare a cantare lo stupore, dai, risparmiaci. 

La sugna, la pizzetta, la farinata. Abbiamo pure capito che le scaloppine ci fan cagare e che il burro d’arachidi non vuole l’olio al suo interno. Non farmi poi iniziare a parlare di risotti e di ricotte fresche e di pesto genovese.

Qualcuno lo fermi.

Ricordi poi le avventure per procurarci un cinghiale e cuocerlo? Tutte le difficoltà per convincere il macellaio a ordinarci una coda? Lo schifo provato con quella trippa cotta male? E del fegato alla veneziana, su cui non avevamo alcuna fiducia e che invece si è rivelato bestiale?

Donna si sta riferendo alla sugna, senz’altro. 

Sono sicura che scopriremo altre mille cose, non temere.
Però oggi è una ricetta ripetizione e l’ho scoperto adesso. Succede che il sensei Luca Pappagallo cucina una minestrina coi piselli ed io subito mi esalto. Non volevo farla (i piselli surgelati, bleah), ma poi non resisto.
La cucino, la mangio, troppo buona.
Poi carico le foto e scopro che sul blog esistono già DUE minestrine coi piselli, molto simili. Non uguali, dai, ma SIMILI.
Una ha il prosciutto cotto e l’avevo chiamata La minestrina delle suore.
L’altra ha le uova e la pancetta triturata a crema e l’avevo chiamata La minestrina dell’odio.
Grazie al cazzo che non mi ricordavo di averle preparate, tutta colpa della mia mania di chiamare le robe a caso.

E questo sta ancora lì a cantare, mabbbasta.

Va beh, quindi oggi nessuno stupore e soprattutto niente nomi di merda: chiamerò questo piatto Tubetti pancetta e piselli e fingerò di essere una persona normale e non un Kaiju con le fisse creative.
E poi, dai, ripassiamo un po’ come si prepara una minestra base. Che so che per i prossimi tre mesi sarà la pappa preferita di molte case di questo bel paese.

Go, go, go! 

In cucina!

Per preparare dei tubetti con pancetta e piselli, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di tubetti;
  • 250 grammi di piselli;
  • 20 grammi d’olio;
  • 100 grammi di pancetta coppata o comunque poco grassa;
  • 30 grammi di parmigiano totali, da usare in due momenti diversi;
  • sale, pepe;
  • basilico.
  • una cipolla.

Ripassiamo un po’ le regole per creare una minestra buona. Sono due:

  • mai usare il dado vegetale per cuocere le verdure e (a parer mio) manco il brodo: solo acqua calda salata;
  • possibilmente usare verdure di stagione. Non è tassativo, ma è meglio.

Se ti ritrovi, come me, a voler piselli a dicembre e quindi compri roba surgelata, la marca migliore rimane la Orogel. Non mi pagano (dovrebbero, secondo me, ma va beh) e quindi il mio è un consiglio del tutto disinteressato.

Io però la verdura surgelata la scongelo, prima di usarla, perché sì. Quando mi ricordo prendo la quantità di verdura che mi serve e la metto in frigorifero, facendola scongelare lentamente (come si fa col pesce o la carne). Quando non mi ricordo, passo la verdura sotto l’acqua TIEPIDA (non bollente) e la scongelo in maniera un po’ più drastica.
Lo faccio perché non voglio che gli altri ingredienti perdano temperatura incontrando tutto quel freddo, lo trovo più comodo. 

Spero tu stia prendendo appunti.

Lo vedo che non mi ascolti.

Ora partiamo.

Innanzitutto riempi una pentola di acqua e salala, come se stessi facendo la pasta.
Poi ti presento la pancetta che dovrai usare:

Deve essere poco grassa e se vedi dei pezzi SOLO grasso, toglili e regalali al gatto. 
Tagliala a pezzetti abbastanza piccoli.

Trita una cipolla.
Grattugia del parmigiano. 20 grammi in un piatto, 10 in un altro. Li useremo in tempi diversi. 

Scegli una pentola non troppo grande: qui cuoceremo la minestra per intero. Quindi niente padelle e niente pentoloni, non servono. A meno che tu non debba preparare una minestra per 5 persone, ma noi stiamo cucinando per due.

Versa 20 grammi d’olio nella pentola, falli scaldare e caccia dentro la cipolla.

Fai soffriggere bene, per qualche minuto, con una fiamma media.

Aggiungi poi la pancetta.

Ora fai andare per un po’: la pancetta deve rosolarsi bene, essere ben cotta. Cambierà colore e odore. Ci vorrà non tantissimo, meno di dieci minuti. Gira spesso, così non bruci la cipolla. Usa sempre una fiamma medio bassa, non c’è bisogno che vada a cannone.

Ecco qui come sarà a fine operazione:

Aggiungi ora i piselli, qualche foglia di basilico spezzettata a mano e magari un pochino di sale. Dico magari perché dipende da quanto hai salato l’acqua, quindi vacci sempre piano.

Mescola bene, fai insaporire per un minuto ed aggiungi la pasta.

Mescola di nuovo e adesso partiamo con la minestra.
Farla è molto semplice: con un mestolo prelevi l’acqua bollente che hai preparato e la versi in pentola.

La pentola deve andare su una fiamma molto alta, deve bollire in maniera decisa. Quanta acqua? Questo dipende. Io non la voglio molto brodosa, quindi ricopro appena la pasta e ne aggiungo poco per volta mano a mano che evapora (se occorre). Se a te piace brodosa, invece, mettine molto di più, senza timore.

La pasta deve cuocere molto al dente: tre minuti prima del tempo indicato sulla confezione devi spegnere. E non dimenticartela: gira spesso, controlla che non si attacchi al fondo se metti poca acqua.

A fiamma spenta aggiungi 20 grammi di parmigiano.

Mescola bene, poi chiudi col coperchio e dimenticatela per 5 minuti. Prima di chiudere, un’informazione utile: la pasta si berrà ulteriore liquido. Quindi se la vuoi brodosa, aggiungine ancora un po’. Se come me mangi minestrine con un’idea di liquido, non aggiungerne.

Riapri 5 minuti dopo e siamo pronti per mangiare.

Sui piatti spolvera con quel poco di parmigiano che ti ho fatto mettere da parte.
Ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...