Linguine con pangrattato e pomodori secchi

Che Instagram sia maledetto.

No, non perché tutte impastano con le unghie lunghe (roba che a me fa vomitare, qualcuno le fermi) o perché è infestato da foto di culi Prima e Dopo (e nei dopo vedi roba che manco Lara Croft).
No, il vero problema di Instagram sono le foto degli spaghetti col pangrattato.

Ti vedo stranito, ma ora ci arrivo.

Ogni volta che ne vedo una devo mangiarli ed ogni volta hanno una variazione minima che però li rende mondiali e finisce sul blog.
Non ci credi?
Guarda tu stesso. Sul blog troviamo:

Lo so, è incredibile.

Grazie all’ennesima immagine siamo di nuovo qui.
Questa volta con una versione acciughe, pangratto e… pomodori secchi. GIA’ DIVERSA! È DIVERSISSIMA!

E quindi la scrivo.
Non odiarmi, ma che ci vuoi fare, ognuno ha le sue ossessioni.

Go, go, go!

Tutto il mondo animale gioisce innanzi all’ennesima versione di questa fantasmagorica ricetta.

Per preparare delle linguine con pomodori secchi e pangrattato, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di linguine;
  • 50 grammi di pangrattato;
  • un vasetto di acciughe sott’olio (ho usato quelli da 40 grammi circa);
  • 100 grammi di pomodori secchi sott’olio.
  • uno spicchio d’aglio.

Metti l’acqua della pasta a bollire.

Con un paio di forbici taglia a pezzetti i pomodori secchi. Con le forbici fai prima, ma se ci tieni ad usare il coltello, fai pure.

In un padellino, senza aggiungere grassi, metti il pangrattato. Fai andare a fiamma bassa, girando spesso, fino a quando senti odore di pane e le briciole han cambiato colore. Ci vorranno circa 5 minuti.

In padella metti le acciughe. Accendi la fiamma, lascia che si sciolgano un po’ e poi unici lo spicchio d’aglio intero, scamiciato, schiacciato.

Quando le acciughe sono praticamente tutte sciolte, unici pure i pomodori secchi.

Continua la cottura per altri due minuti, girando sempre.
Spegni, togli lo spicchio d’aglio, ed attendi la pasta. Ricordati di riaccendere la fiamma sotto la padella un minuto prima dell’arrivo della pasta: deve essere calda.

Scola la pasta un minuto prima del tempo indicato sulla confezione, senza buttare la sua acqua.
Caccia gli spaghetti in padella.

Concludi la cottura in padella, girando spesso e bagnando con l’acqua se occorre.
Alla fine non deve essere liquida.
A fiamma spenta, caccia 30 grammi di pangrattato.

Mescola bene bene.
Prepara le porzioni e su ogni piatto metti ulteriore pangrattato.
Ed ecco qui quello che dovresti avere davanti:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...