Riso con asparagi e uova in camicia (tutorial)

Non ho niente da scrivere perché sto pensando soltanto a cosa mangiare domani a pranzo.
Non che abbia fame, eh. È che la vita è troppo breve e le robe con cui ingozzarsi sono infinite, così ogni giorno vivo nell’eterna incertezza.

Scelte che mi fanno sudare freddo.

Se poi mangio male a pranzo per tutto il giorno l’insoddisfazione mi rincorre e spesso svuoto la dispensa.
Spesso il male di vivere ho incontrato, era lo stomaco affamato che gorgoglia, disse il poeta.

Certo, c’è di peggio.
C’è sempre di peggio, pensa all’ippopotamo morto nella discarica.
Però non ho niente da dire, ho aggiornato il blog ieri.
Mica posso sempre parlare di sindrome metabolica, ti pare?
Se vuoi ti racconto le mie mirabolanti avventure nel mondo dello sport: da ieri ho iniziato a provare i pistol squats e non ho più il culo. Né le gambe. Un esercizio SPACCAFISICO (e manco lo so fare, ho appena iniziato a soffrire).

Ti vedo interessatissimo, eh? 

Bene, siccome so che fottesega, parliamo di cibo e impariamo a cuocere l’uovo in camicia.
È facilissimo, in meno di dieci minuti ne ho preparati 4 e ne ho sbagliati ZERO. Bestemmie non pervenute, quindi sistema infallibile. 

Go, go, go!

In cucina!

Per preparare un riso con asparagi e uova in camicia, per due persone, hai bisogno di:

  • 200 grammi di riso. Quello che vuoi;
  • 300 grammi di asparagi. Di solito li vendono a mazzetti da 500, peccato che uno sia poco ma due siano troppi. Rassegnati ad averne dei rimasugli nel frigo;
  • un cipollotto;
  • 25 grammi di burro;
  • 3 cucchiai di aceto di vino bianco;
  • 4 uova;
  • sale, pepe;
  • 50 grammi di parmigiano reggiano.

Partiamo dagli asparagi, che ormai dovresti saper pulire perché il tutorial l’ho fatto tipo trentamila volte.
Te lo rilinko, vai qui e studia. 

Una volta puliti, taglia i gambi a pezzetti.

Lasciando le punte da parte, perché hanno tempi di cottura diversi.

Trita il cipollotto.
Grattugia a polvere il parmigiano.
Metti l’acqua del riso a bollire.

In padella fai sciogliere i 25 grammi di burro e poi caccia dentro la cipolla.

Fai soffriggere per qualche minuto e quando inizia ad ammorbidirsi, unisci anche i gambi di asparago.

Aggiungi il sale e fai andare fino a quando saranno morbidi. Ci vorranno più o meno dieci minuti, con una fiamma medio bassa.

Quando iniziano ad essere mangiabili e secondo il tuo gusto in pochi minuti ci siamo, aggiungi anche le punte. Ed un altro po’ di sale, perché pure le punte ne hanno bisogno.

Fai andare per un altro paio di minuti, poi spegni la fiamma e tienili in caldo (che significa: METTI IL COPERCHIO sennò si congelano).

Ora ti serve un padellino da riempire d’acqua. In quest’acqua versa 3 cucchiai di aceto di vino bianco. Non star lì a pesarli, davvero 3 cucchiai.
Porta a bollore.

Appena bolle, puoi anche iniziare a lessare il riso.
Apri le uova che vuoi cuocere. Ogni uovo in un bicchiere, poiché ne cuoceremo UNO alla volta. 

Con un cucchiaio inizia a  fare roteare l’acqua. Come? Devi semplicemente mescolarla seguendo i bordi di tutto il padellino.

Al centro del padellino versa l’uovo.

Continua a roteare l’acqua col cucchiaio e non ti distrarre che poi colpisci l’uovo al centro.
In realtà è impossibile da sbagliare: vedrai piano piano l’albume cuocersi e in teoria in 3 minuti è pronto. Dico in teoria perché in realtà te ne bastano anche 2.

Quando è pronto tiralo fuori con una schiumarola e lascialo lì.

Ripeti l’operazione con tutte le uova. Certo, dovrai avere tante schiumarole (o cucchiai o cazzo ne so) quante sono le uova che hai deciso di preparare, ma è davvero la difficoltà maggiore.

Scola il riso e buttalo in padella con gli asparagi. Non devi farlo saltare, non c’è bisogno che torni sul fornello. Devi solo mescolare.

Prepara le porzioni.
Su ogni piatto adagia le uova.

Condisci con sale, un po’ di pepe e se vuoi del parmigiano (io dico che vuoi, ci sta bene).

Rompi l’uovo ed ammira la bellezza:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...