Fusilli con fichi, salame e gorgonzola

Ma non è ancora chiaro a tutti che prima o poi si muore?

#theboysedit from age before beauty
Sì, è uno di quei post lì.

No, perché a vedere tutta l’umanità che perde tempo in troiate, buttando odio e carogne un po’ qui ed un po’ là, comincio a pensare che sia una di quelle notizie di nicchia. Forse in tv non ne parlano. Forse a furia di vedere film pensati per evitare la censura (quindi niente tette, sangue e violenza) è un’informazione che si è persa nel tempo.
Solo gli Antichi e Pizzakaiju sanno che prima o poi arriverà quel giorno lì. Quel giorno lì che è l’ultimo, per te.
Per gli altri no, gli altri continueranno con le loro puttanate. Però tu basta e basta per sempre.

#bride of frankenstein from "Yeah, they're dead. They're all messed up."
Beviamoci su che è meglio.

Che poi grazie all’impreparazione generale, perdo tempo pure io. Prendi questo post qua: non potrei parlare di fichi, di gorgonzola e di altre sciocchezze? Perché è quello di cui stiamo parlando.
Non sarebbe meglio spendere due parole su Branco, il cane che qualche merda ha abbandonato un paio di anni fa e che ormai vorrei adottare perché se morisse sotto una macchina mi spiace?
A me i cani non piacciono, anzi. Però Branco è un cane radioattivo, un cane da Wasteland, un cane adulto e indipendente. Non mi piacerebbe proprio incontrarlo morto, una di queste mattine.

Ah, già, la morte. Stavo dicendo.

#bride of frankenstein from "Yeah, they're dead. They're all messed up."
Un goccio anche per me, grazie.

Prima o poi verrà quel giorno che basta. Oppure quel giorno in cui ti trovano una macchia da qualche parte e a te viene l’ansia perché bon, è finita. Non subito, ma è finita.
Cazzo fai in quel momento? Cerchi di recuperare una vita di nulla?
Come farò i conti con tutti questi giorni passati al pc,a scrivere ‘ste stronzate? Cos’avrei potuto fare di meglio? C’era di meglio da fare?

Vivo in un’eterna sospensione. Mentre guardo un film vorrei giocare, mentre gioco vorrei uscire, mentre esco vorrei stare a casa. L’attimo futuro è quello che conta di più, quello presente è una costrizione, una gabbia tra me e il vivere.
Cosa sia il vivere non lo so. Quello che c’è nell’attimo DOPO, immagino.

#puppets from WEIRDLAND TV
Sì, ho capito, già non ne puoi più, tranquillo che ho quasi finito.

Però ci provo. È una vita che tento di non gettare via la vita.
Invece tutti quegli altri che ogni giorno riempiono internet con insulti, con atteggiamenti da bulli analfabeti, che scaraventano odio, odio ed ancora odio in faccia a sconosciuti… pensano di essere immortali? Pensano che qualcuno restituirà loro tutti i secondi (le ore, i MESI) trascorsi a ricoprire di parole scritte male gente che non se li caga manco?

Io capisco la noia, la frustrazione, il cagamento di cazzo estremo… ma DAVVERO non hanno nulla di meglio da fare?
Eppure siamo nel migliore dei mondi possibili e ci hanno riempito di così tante robe da fare che a volte ci scoppia il cervello soltanto per SCEGLIERE un film da guardare.

#hellraiser from Joker the Clown
O forse hanno incontrato qualcuno che li ha conviti che la vita è dolore?

Non mi faccio queste domande per inerzia, è che non ne posso più. Ogni domenica faccio una live su TikTok ed ogni domenica tocco con mano la piccolezza di quelli che dovrebbero essere miei simili.
Invece sono scimmie.
Scimmie che san scrivere ma che EVIDENTEMENTE non hanno avuto la fortuna di toccare il monolite.

Riferimenti troppo difficili per TROPPI.

A me la gente fa cagare, ma mica me la ricordavo.
Ora che la sto riscoprendo, riscopro pure il mio schifo.

E niente, volevo solo ribadirlo.
Mentre le dita vanno mi è passata la voglia di argomentare.
Dovrei tornare a scrivere solo di cibo. Di cani. Di gatti. Di cavalli.
O di fichi.

#dwedit from toss a coin to your bitcher
Condivido l’entusiasmo, il cibo e se stessi sono le uniche cose che contano.

Ricetta rubata al Bocca, che negli ultimi mesi è forse l’unico facente da mangiare che tira fuori accostamenti e metodi di cucinamento che mi attirano.
Questa volta un tris: gorgonzola, fichi e salame.
Buono? No: di più!

Go, go, go!

#userbrittany from Rrrrrrr-ghghghghgh!
Prepariamoci per andare a mangiare.

Per preparare dei fusilli fichi salame e gorgonzola, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di fusilloni;
  • 200 grammi di fichi + un altro paio da mettere sui piatti (grosso modo con 10 fichi te ne avanzano pure);
  • 200 grammi di latte;
  • 10 grammi di farina;
  • 100 grammi di salame ciccioso, tipo cacciatore;
  • 100 grammi di gorgonzola. Io lo uso piccante perché qui quello dolce sa di mascarpone. Se tu abiti al nordissimo forse dovrai cambiare le dosi?

Parliamo dei fichi. Devi solo sciacquarli un po’ e tagliarli a pezzotti. La buccia si mangia.
Tienine per un paio a testa da mettere sui piatti. Tagliali o in due o in 4 parti, a seconda della grandezza.

Il salame devi tagliarlo a tocchetti abbastanza piccoli: avrà un ruolo importantissimo nel bilanciare i sapori, tieni conto che ad ogni forchettata sarebbe meglio se ti trovassi anche un tocchetto di salame in bocca.
Lo metti in un padellino, senza aggiungere altra ciccia.

Accendi una fiamma bassa e o fai sudare.
Diventerà – come dicono quelli che parlano senza cosare i cosi – TRASLUCIDO. E allora puoi spegnere.

Metti l’acqua sul fuoco e partiamo.

In una padella versa 200 grammi di latte, fallo scaldare senza portarlo ad ebollizione.
Aggiungi subito il gorgonzola tagliato a tocchetti.

Appena il gorgonzola è molto sciolto, aggiungi 10 grammi di farina (del tipo che hai, non ha importanza) sciolta in un dito d’acqua.
Continua a fare andare tutto a fiamma bassa, mescolando. Piano piano si addenserà.
Quindi spegni ed attendi la pasta.

Scola i fusilloni giusto un minuto prima del tempo indicato sulla confezione e buttali in padella (senza buttare l’acqua, che non si sa mai).

Mescola, valuta la consistenza: se troppo densa, bagna con l’acqua.
Poi spegniamo ed aggiungiamo il resto.

Prima il salame.

Poi i fichi.

Mescola bene.

Prepara le porzioni e su ogni piatto metti gli ultimi fichi che hai tenuto da parte.
Ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...