Spaghetti aglio, olio, peperoncino, calamari e taralli

Dopo il viaggio dalla nutrizionista mi sono sfondata così tanto di dolci che quasi (QUASI, eh, ho detto QUASI) sono andata in overdose.

#the stuff from Animus Vox
Un degno riassunto degli ultimi due mesi.

Gelati, biscotti, budini, ciambelle.
Ho seguito le direttive di Berrino alla lettera ed ho fatto alzare la glicemia alle stelle, allevando un possibile diabete con tanto, infinito amore.
Mi sono sfogata
Ora però mi sono rotta ed ho iniziato a preparare cibo pure a pranzo.
Cibo SANO o più sano possibile.

#the stuff from Animus Vox
No, no, non mi tenti più.

Durerà? Non durerà? ‘Sticazzi, per ora sono contenta.
Finché continuerò ad avere un intestino regolare, a non sentirmi depressa e a concedermi pure i biscotti quando mi va, mi sa che questa è una bella direzione.
Sto ovviamente tenendo conto di tutto quello che SO farmi male: proteine al minimo storico, se a cena è previsto il pesce di sicuro non mi mangio scatolette di tonno a pranzo e così via. Un metodo molto intuitivo e tranquillo, si sta bene (ma si sta pure come d’autunno, sugli alberi le foglie, quindi non sappiamo quanto durerà, gli scleri sono sempre in agguato).

#tmnt from peteneems.
E poi ho una voglia di pizza che mi porta via.

Questa spaghettata qui me la sono preparata già due volte nell’arco di una settimana, quindi non è che te la consiglio: di più.
I calamari si preparano in sei secondi netti, i taralli sopra sono cibo degli dei e l’aglio ed olio è patrimonio dell’umanità.
Quindi seguimi e per una volta posa quel duplo. Il duplo domani. Oggi questo.
Go, go, go!

#kyoryu sentai zyuranger from operattack
Si va!

Per preparare degli spaghetti aglio, olio, peperoncino, calamari e taralli, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di spaghetti;
  • 40 grammi d’olio;
  • prezzemolo (sia foglie che gambi);
  • 300 grammi di calamari;
  • peperoncino. Fresco, secco… quello che hai.
  • sale;
  • 50 grammi di taralli. Se trovi quelli napoletani, ancora meglio.

Queste sono le bestie che sacrificheremo questa sera:

Se li compri surgelati, non hai bisogno di aspettare la Madonna per riportarli a temperatura ambiente: li fai scongelare su un piatto, fuori dal frigo. Non perdono a livello di gusto, quindi niente menate.

E se li compri surgelati, se puoi comprali SPORCHI: una rottura di palle pulirli, ma molto, molto più buoni.

Quindi puliscili, tagliali ad anelli. Giuro che prima o poi faccio il tutorial della pulizia, ma questa volta non ho fotografato niente.

#hellraiser from Joker the Clown
Lo so, è strano, ma rimedierò.

Metti l’acqua a bollire.

Fai un trito di prezzemolo, tieni da parte un paio di gambi.
Trita anche l’aglio.
E trita pure il peperoncino.

Prendi i taralli e mettili dentro una busta di quelle per alimenti, quelle che usi per surgelare la roba. Se non le hai, puoi tranquillamente fare tutto a mano, ma non usare il mixer: dobbiamo tritarli, ma in maniera molto grossolana.

L’acqua bolle? Partiamo.
In padella versa 40 grammi d’olio, metti dentro l’aglio, il peperoncino ed un paio di gambi di prezzemolo.


Fai soffriggere per un paio di minuti, fino a quando l’aglio sarà bello colorato (ma non bruciato, stacci dietro perché l’aglio bruciato fa proprio schifo).
Togli i gambi di prezzemolo.
Caccia dentro i calamari e cala pure la pasta: i calamari hanno bisogno di poco tempo.

In meno di tre minuti i calamari saranno pronti e te ne accorgerai perché diventeranno belli bianchi.
Usa una fiamma media (insomma, non devono stufare).
Solo a fine cottura aggiungi il sale.
Spegni in attesa della pasta, ma riaccendi un minuto prima del suo arrivo (la padella deve essere calda).

Scola la pasta un minuto prima del tempo indicato sulla confezione, poi cacciala in padella e concludi lì la cottura.
Se occorre, puoi bagnare con l’acqua di cottura.

A fiamma spenta aggiungi il prezzemolo e mescola di nuovo.

Prepara le porzioni e su ogni piatto riversa 25 grammi di taralli.
E niente, goditi potere e bellezza delle tue ginocchia:

Ciao e buon appetito!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...