Insalata di cavolfiore e peperoni al forno

Ho cucinato questa roba più di una settimana quindi dammi un attimo per fare mente locale che non mi ricordo un cazzo.

Image from Weird Woman
Due secondi, adesso mi ripiglio.

È lunga perché dobbiamo arrostire i peperoni, ma tanto l’unica cosa che bisogna fare è aspettare, non è che siam costretti a star lì a guardarli tutto il tempo.
Quindi accendi il forno, procurati un paio di videogiochi da provare e impariamo quest’insalata di cavolfiore.

Go, go, go!

#my childhood from Everyday Is Halloween For Some Of Us, Isn't It...?

Per preparare un’insalata di cavolfiore, per due persone, hai bisogno di:

  • un cavolfiore, peso pulito 800 grammi. Prendine uno che pesi più o meno un chilo e tre;
  • 4 peperoni (proprio 4). Più o meno peso complessivo di un chilo;
  • 120 grammi di olive nere;
  • 20 grammi d’olio;
  • prezzemolo;
  • sacchetto di carta oppure di plastica (non biodegradabile);
  • sale.

Accendi il forno a 200 gradi.
Metti i peperoni, sciacquati e asciugati, sulla teglia. Senza carta da forno, senza olio, senza niente.
Li cacci in forno e li fai cuocere dai 40 minuti all’ora: non c’è un tempo preciso, dipende dal peperone.
Comunque non puoi sbagliare: li vedrai diventare scuri e si afflosceranno
Eccone uno:

Ancora caldi devi chiuderli in un sacchetto in maniera ermetica. Il sacchetto però non può essere di quelli biodegradabili, perché si scioglierebbe col calore. O trovi un supermercato come il mio che se ne frega dell’ambiente, oppure va benissimo un sacchetto di carta. Oppure un sacco di carta da forno.
L’essenziale è che il peperone maceri nel suo calore.

Quando saranno del tutto raffreddati sono pronti per essere spellati. Non devi fare niente, la pelle si toglierà da sola, devi solo tirarla via con le mani.

È possibile che qualche pezzo di pelle non si stacchi, ma non hai sbagliato nulla: dipende dal peperone. E comunque è buona, eh, stiam facendo tutta questa operazione così tanto per, perché a me la pelle piace.

Ecco comunque gli scarti:

Taglia ora i peperoni, togliendo la calotta e levando i semini che riesci.

Metti un po’ di sale ai peperoni e basta, attendi che sia quasi ora di cena per preparare il cavolfiore.
Questo perché è inverno, fa un freddo della madonna, non vogliamo un’insalata addirittura FREDDA. Meglio mangiarsi il cavolfiore tiepido insieme al resto degli ingredienti a temperatura ambiente.

Il cavolfiore lo cuociamo al vapore. VAPORE E NON BOLLITO perché bollito fa cagare.
Potrei iniziare a raccontarti di come le verdure cotte in abbondante acqua perdano tutte le proprietà ed il sapore, di come rilascino cattivo odore… Ma no. La vera ragione per cui cuociamo la roba al vapore è che altrimenti fanno CAGARE e la bollitura delle verdure è il VERO MOTIVO per cui alla gente fa cagare mangiarle.

#dwedit from themastergifs
Invece le verdure sono buonissime.

La cottura del vapore è sempre la solita: metti un dito d’acqua in una pentola e ci appoggi sopra il cestello del vapore. Aspetti che bolle, metti il cavolfiore tagliato a pezzotti, chiudi col coperchio. Fiamma bassa, attendi che sia morbido come piace a te. Ci vorranno ALMENO 20 minuti, magari pure 30.

Ora abbiamo tutto pronto, quindi possiamo creare la nostra insalata.
In una ciotola metti tutti i peperoni ed il cavolfiore.
Condisci con sale, 20 grammi d’olio, prezzemolo tritato ed olive tagliate a pezzetti.

Ci siamo.
Abbiamo impiegato mezzo pomeriggio, ma finalmente possiamo mangiare la nostra insalata.

Prepara le porzioni ed ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!