Pasta con rape, guanciale e pecorino

Sapere se quella che hai in mano è una rapa o un parente della rapa ti è utile tanto quanto sapere che il pomodoro è un frutto e non una verdura. Così come non cacceresti il pomodoro nella macedonia, così la tua rapa-nonrapa non subirà variazioni di cottura e quindi ‘sticazzi.
Sì, c’è gente che si fa le seghe mentali e si spaccia per botanica esperta e ti caga il cazzo se invece tu vuoi mangiare e basta.

Non fare come questa gente: compra una roba che ti spacciano per rapa e fai questa ricetta, che è buona.

#sandy.lisa from middleagedships
Per ‘sta gente sembra sempre che dobbiamo dare una tesi invece di preparare da mangiare.

Io ho trovato queste cose qui, che ho scoperto essere dei ravanelli grossi, con un sapore totalmente diverso dai ravanelli.

Tu usa quel che trovi, differirà probabilmente nei tempi di cottura (ci sono rape dure e rape morbide). Ma il guanciale ed il pecorino accoglieranno ogni rapa a braccia aperte.

Go, go, go!

#evansedit from I'm just an asshole
In cucina.

Per preparare una pasta con rape e guanciale, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di elicoidali o altra pasta corta;
  • 400 grammi di rapa, peso dopo la pulizia.
  • 100 grammi di guanciale;
  • 20 grammi di pecorino romano;
  • sale e pepe.

Partiamo dalla pulizia della rapa. Devi togliere tutti i ciuffi d’erba, lavarle bene e poi decidere se togliere o meno la buccia. Il mio consiglio è di assaggiare e nel caso del ravanello puoi tranquillamente lasciare la buccia. Nel caso della barbabietola, dipende da te. Il daikon non ha bisogno di essere sbucciato.
E per ora queste sono le sole rape che ho provato.
Tagliala poi a pezzetti non tanto grandi.

Taglia a pezzi pure il guanciale, dadini o listarelle.
E partiamo dal guanciale.

Padella senza grassi, fallo sudare piano piano.

Fiamma bassa, giralo spesso, deve cambiare colore e rilasciare la sua ciccia.
Nel frattempo metti anche a bollire l’acqua della pasta.
Prima o poi diventerà così:

Quindi puoi metterlo in caldo e nella sua ciccia fare andare la tua rapa.

Fai andare a fiamma media per un po’, difficile dirti quando perché dipende dal tipo di rapa. Daikon e ravanello han bisogno di meno di dieci minuti di cottura, la barbabietola certamente di più.
Non ti resta che assaggiare e se vedi che la cottura si prolunga troppo, aggiungi il sale che aiuterà le rape ad ammorbidirsi.

Quando ci sei quasi, puoi calare la pasta.
Che dovrai tirare fuori giusto un minuto prima del tempo indicato sulla confezione per finire di cuocerla in padella.

Sui piatti rimetti il guanciale, spolvera con pepe e pecorino.
Davanti a te dovresti avere una roba del genere:

Ciao e buon appetito!