Taccole (credo) al pomodoro

Non sono ben sicura di cos’abbia mangiato.
Da Don Alfonso ho indicato quelle robe verdi ed ho detto Ne voglio mezzo chilo e sopra non c’era scritto niente. Su internet dicono molte cose, non ho capito se sono fagiolini, se sono fagioli, se sono taccole, se sono piattoni, se tutti questi cibi sono lo stesso cibo.
Ma sai pure che non me ne frega una ceppa, che se chiami “merda” la rosa, quella continua a profumare lo stesso.
Quindi mangiamo questa roba, qualsiasi cosa fosse. Sapevano di fagiolini, circa, questo è tutto quello che posso rivelarti.

Go, go, go!

#mario paint from CONTAC

Per preparare delle taccole al pomodoro, per due persone, hai bisogno di:

  • 600 grammi di taccole. Non c’è quasi scarto, quindi non devi comprarne di più;
  • 3 pomodori;
  • 200 grammi di passata di pomodoro;
  • 30 grammi di concentrato di pomodoro;
  • qualche foglia di basilico;
  • sale;
  • 10 grammi d’olio;
  • una cipolla;
  • pane d’accompagnamento

Intanto ti presento i nostri strani esseri misteriosi:

Devi limitarti a togliere le estremità (con le mani, non c’è bisogno di tagliare). Nella foto è stato già fatto.

E basta, i preparativi sono finiti.
In un padellone di cui possiedi il coperchio versa 10 grammi d’olio e fai soffriggere la cipolla.

Appena soffrigge bene aggiungi i pomodori tagliati a pezzi.

Poi tutte le taccole, il concentrato di pomodoro e la passata. Basilico, sale, mescola tutto.

Chiudi col coperchio e fai andare, a fiamma bassa, per circa 30 minuti. Ogni tanto gira, controlla che non si attacchi tutto. Non dovrebbe servire, ma nel caso si asciugasse troppo aggiungi un goccio d’acqua.

A fine cottura saranno così:

Puoi mangiarli freddi, puoi mangiarli caldi. Sono buoni in ogni modo.
Prepara i piatti ed ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!