Olio piccante

Un bel po’ di tempo fa, in questo post qui, improvvisavamo un olio piccante da utilizzare subito, con il metodo dell’olio a caldo.
Metodo comodo da una parte perché è effettivo da subito, ma del tutto inutile se ti vuoi produrre un olio piccante (che mena sul serio) per il lungo periodo. Inutile e dannoso: l’olio, quando lo scaldi, perde ogni sapore caratteristico e quindi è uno spreco.

Oggi ti illustrerò il metodo a freddo che è di una facilità disarmante, ma siccome se nessuno ti spiega la roba non è che te la puoi inventare e siccome pure io pensavo fosse un’operazione difficilissima, forse scriverlo male non fa.

#dwedit from winter is here
Anche Pizzakaiju ha la stessa missione.

Ecco quello che devi sapere.

Scelta dell’olio: QUELLO BUONO. Fine.

Scelta del peperoncino: qualsiasi, basta che sia secco. Perché secco? Per una questione di sicurezza: anche se tradizionalmente si crea l’olio piccante pure con il peperoncino fresco, in realtà c’è una lieve possibilità di botulino e quando non c’è il botulino può anche venire la muffa e magari non muori ma sputtani il tuo olio. Quindi peperoncino SECCO e passa ogni paura.
Quantità del peperoncino: dipende. Io ne ho messo parecchio (intorno ai 15 grammi per 200 grammi d’olio), ma sono dosi assolutamente arbitrarie. Dipende dal peperoncino (se mena, se non mena). Se come me non hai peperoncini significativi, più ne metti e meglio è.

Tumblr: Image
Bravo, prendi appunti.

Quando finisce l’olio devo buttare i peperoncini? No. Il mio consiglio è di creare 2 vasetti d’olio e quando uno è a metà aggiungi dell’altro olio e lo lasci macerare, mentre usi l’altro vasetto. Ogni tanto puoi fare il cambio, quando vedi che non è più effettivo. O aggiungerne altri.

Barattolo in cui farlo: di vetro, con chiusura ermetica.
Serve disinfettarlo? Se sei un paranoico della salute, sì. Altrimenti io non l’ho mai fatto.

Luogo di conservazione: credenza, al buio completo, luogo fresco ma non freddo. Importante, perché con la luce perde l’aroma.

Tempi reali per creare un olio decente: minimo una settimana. Da lì puoi usarlo, ma tieni conto che più sta e più diventa piccante. Al momento ne ho uno che sedimenta da più di un mese e con 5 grammi d’olio condisco un piatto di pasta. E mena.

#bloodborne from Forget balance, this is a reckoning.
L’attesa.

Per quanto tempo si conserva? Per sempre: è olio.

Ed ora ascoltami, perché ti spiego il procedimento ed è difficilissimo.
Go, go, go!

Prendi i peperoncini che hai deciso di usare. Io ho usato un mix di questi:

Tritali in maniera grossolana, mettili nel vasetto che hai scelto.
Prendi l’olio, versalo nel vasetto.
Chiudi il vasetto.
Riponi il vasetto in credenza, luogo buio, fresco, non gelido.
Aspetta almeno una settimana.
Assaggia: mena? È pronto.
Non mena? Lascia sedimentare ancora un po’.
Dopo un po’ otterrai questo.

Ciao e buon appetito!