Riso con tonno e avocado

Voi non lo sapete, ma nei giorni di pioggia estivi – soprattutto dopo un lungo periodo di caldo torrido sfiancante – i draghi escono allo scoperto. All’alba, quando solo gatti, volpi e kaiju si aggirano nel mondo. Così questa mattina, armata di piccone e del mio migliore Fus Ro Dah (un po’ arrugginito, era tanto che non mi esercitavo!) mi sono avventurata.

#In The Shadow of Kilimanjaro from Exploitastic
Giuro, è tutto vero.

A caccia di draghi, sì! Già sapevo dell’esistenza di un esemplare di fuoco: 2 notti fa aveva incendiato la collina davanti casa, elicotteri dei pompieri hanno fatto avanti indietro per 24ore. Terribile. E un paio di anni fa lo stesso drago ha letteralmente devastato vigneti, un intero bosco mettendo pure in pericolo gli abitanti di qui.
Quindi basta. Pizzakaiju va alla ventura. Questa mattina, dunque, breve scontro. Il drago è solo fuggito (l’ho detto che il mio urlo è arrugginito!) ma la sua visione ancora mi fa rabbrividire… voi non potete capire la sua potenza. Un esemplare MAGNIFICO. Ho trovato le sue uova (e per un attimo ho provato TERRORE all’idea di una famiglia di mostri alati!) ed ora me le sto mangiando (dopo metto il tutorialbrutto). 
Vi terrò aggiornati. 

#hpedit from i’m not an owl!
Ti vedo entusiasta per il mio breve racconto.

Intanto mettiamole in un’insalata di riso, queste uova!
Go, go, go!

Per preparare del riso con uova di drago (altrimenti dette AVOCADO) e tonno, per due persone, hai bisogno di:

  • 200 grammi di riso. Della varietà che vuoi;
  • 200 grammi di avocado (meglio comprarne 2 e si va sul sicuro)
  • 200 grammi di tonno sottolio (4 scatolette, io consiglio sempre il Callipo);
  • la buccia di due limoni;
  • sale e pepe.

Preparati perché è DIFFICILISSIMO.

Lessa il riso, poi fallo raffreddare su un piatto, ben disteso.
Intanto prepara il condimento: taglia l’avocado a metà, togli il nocciolo, con l’aiuto di un cucchiaino togli la polpa, tagliala a pezzi e mettila in una ciotola.

Scola bene il tonno, poi metti pure lui nella ciotola.
Grattugia la buccia di un limone.

Aggiungi il pepe e, se vuoi, un po’ di sale. Per me niente olio, perché olio e riso insieme mi fa vomitare.

Appena il riso è freddo metti pure lui nella ciotola, mescoli e basta, puoi mangiare.
Davanti a te avrai una roba infotografabile, quindi forchettata:

Ciao e buon appetito!