Riso saltato con le uova.

Vorrei riuscire a convincerti. Non solo comprare un wok è economico ma, davvero, i piatti che ti permette di preparare non si possono cucinare in altra maniera.
È vero, tutta la pratica della bruciatura che ti ho raccontato non è proprio piacevole e potrebbe anche farti perdere qualche anno di vita, ma sono anni ben spesi.

Wolverine è molto più passionale di me, quando parla di wok.

In più sappi che il Pizzakaiju ha deciso di proporti innumerevoli cene a base di fiamme alte e wok, quindi vedi un po’ quante infinite possibilità ti perdi, continuando con le tue noiosissime pentole e padelle.

Ti chiedi se posso smetterla e se posso tornare ad usare stoviglie occidentali? Risposta ovvia:

Seguono altre domande a caso per raggiungere il minutaggio necessario perché questo possa essere considerato un post soddisfacente.

Go, go, go!

Per preparare un riso saltato con le uova, per due persone, hai bisogno di:

  • 200 grammi di riso basmati. Nelle foto vedrai un altro tipo di riso ma nel frattempo ho sperimentato e per ora il basmati vince a mani basse. Mi hanno detto che si comporta parecchio bene anche il Vialone nano, ma sono chiacchiere da corridoio perché per ora non ho provato personalmente;
  • 3 cucchiai d’olio;
  • 4 uova fresche;
  • 20 grammi di salsa di soia.

Trovi un tutorial per il riso saltato col wok qui, in cui l’avevo cucinato con ananas, curry e pollo. Ma mi ripeto, quindi non ti preoccupare.

Prepariamo prima di tutto il riso, in largo anticipo. Quindi metti l’acqua (salata) a bollire.

Quando l’acqua bolle caccia dentro il riso e cuocilo bene al dente: se la confezione indica un tempo come 10-12, tu fermalo ad 8.
Scolalo bene, mettilo in un piatto grande e distribuiscilo delicatamente per tutta la superficie, con l’aiuto di un mestolo.

Metti il piattone nel frigorifero e lascialo lì per almeno quattro ore e tiralo fuori solo quando te lo dirò io.

Sono passate 4 ore? Bene, partiamo con il resto degli ingredienti.

Rompi le uova e versale in una ciotola.
Ti consiglio di romperle prima in un bicchiere, così eviti di trovarti pezzi di guscio indesiderati.

Aggiungi 20 grammi di salsa di soia e sbatti il tutto brevemente.

Ci siamo quasi, quindi puoi finalmente tirare fuori il riso dal frigo.
Ammonticchialo al centro del piatto, usando una schiumarola, staccandolo dal fondo del piatto: ti sarà più facile versarlo nel wok, quando verrà il momento.

Metti il tuo wok sulla fiamma più grande che hai e fallo arroventare.
Per sapere se il wok è a temperatura ti basta guardare la quantità immane di fumo che esce fuori, altrimenti metti una mano qualche centimetro sopra al wok: se senti arrivare calore, ci siamo.

Versa tre cucchiai d’olio, lasciali riposare 30 secondi scarsi e poi rovescia le uova.
Si gonfieranno e in meno di 30 secondi saranno a metà cottura:

È in questo momento che devi aggiungere il riso:

Non abbassare mai la fiamma e gira il tutto con una schiumarola o un cucchiaio o quel che ti pare, fino a quando l’uovo sarà unitissimo al riso. Ci vorranno due minuti scarsi.

Finito. Prepara i piatti e guarda: se il lavoro di bruciatura che hai eseguito è andato a buon fine, non dovrebbe esserci nulla attaccato sul fondo.

Prepara le porzioni e tira fuori le bacchette. Ecco cosa dovresti avere davanti:

Usare le bacchette aiuta a far durare il piatto di più, oltre ad esser un modo divertente di mangiare.

Ciao e buon appetito!

Uova spadellate con le verdure

Mangiamo di nuovo uova.

Dalla reazione mi sa che te ne sei pentita, eh?

Ebbene sì.
Una roba che sembra uno stupidissimo contorno che si prepara in 5 minuti scarsi, ma che in realtà è stata la mia cena salvavita un sacco di volte.

No, non sarà bello come questo, ma te lo papperai lo stesso.

Le dosi non sono per spanzata, ma queste assicurano una notte di sonni tranquilli ed una palestra mattutina da paura.

Go, go, go!

Per preparare delle uova con verdure, come contorno per due persone, hai bisogno di:

  • 20 grammi d’olio;
  • una cipolla;
  • mezzo chilo di verdure;
  • 6 uova;
  • sale, pepe.

Taglia tutta la verdura.
Puoi tagliarla sia a pezzetti che con la mandolina, cambierà solo il tempo di cottura.

Spacca le uova e cacciale in una ciotola.
Aiutati con un bicchiere durante quest’operazione: rompi l’uovo nel bicchiere, poi riversalo nella ciotola. Eviterai di ritrovarti pezzetti di guscio nel caso il rompimento dovesse avvenire in maniera troppo brutale.

Sbatti leggermente le uova e salale, sempre pochissimo.

Versa 20 grammi d’olio nella padella, falli scaldare e poi aggiungi le cipolle.
Un paio di minuti dopo aggiungi la verdura: non tutta, dipende dal tipo di verdura.
In questo post qui trovi, grosso modo, i tempi di cottura delle varie verdure.

Questa volta io ho cotto cipolla, zucca e zucchine.
Quindi prima cipolla e zucca.

E poi zucchine.

Non mettere sale, mettilo solo a fine cottura.
E quand’è la fine cottura? Assaggia e valuta, devono piacere a te. A me piacciono cotte appena appena.
Anche la cottura deve essere fatta secondo i tuoi gusti: fiamma alta se le vuoi cotte ma croccanti, bassa se le vuoi stufare lentamente.

Quando sono pronte aggiungi il sale, il pepe (se vuoi) mescola, alza la fiamma e versa le uova.

Mescola con un cucchiaio e strapazza le uova.
Ci vorranno meno di 5 minuti e tutto è pronto quando le uova saranno ben cotte.

Prepara le porzioni e goditi potere e bellezza delle tue ginocchia:

Ciao e buon appetito!