Cookies

Ebbene sì: i tempi in cui non preparavo dolci sono finiti.

Ho resistito finché ho potuto, ma poi ho cominciato a sentire voci che chiedevano fortissimo torte e muffin e brownie e qualsiasi cosa avesse dentro una quintalata di zucchero.
Davvero, ho cercato di non cedere. Ma si sa anche che non ho forza di volontà.

Esatto.

Poi il sensei Luca Pappagallo ha deciso di darmi il calcio in culo finale, preparando i biscotti americani. Basta, a che pro puntare i piedi e continuare a rifiutarsi?
Quindi ci ho provato. E la prima volta erano venuti unammmerda. Probabilmente perché non bisogna mai cucinare quando ti girano i coglioni a mille ed io, quel giorno, ero abbastanza a mille.
Ma la seconda… lasciamo stare. Delle bombe di gioia, ecco cosa sono.
E quindi te le devo regalare. Come sempre.
Go, go, go!

I nostri saranno molto più belli.

Con questa dose che ti sto per dare preparerai mezzo chilo di biscotti. E se sei di quelli che contano le calorie, 100 grammi ne contengono 500 (se usi la mia stessa cioccolata, che era 550 calorie ogni 100 grammi).

Per preparare dei Cookies hai bisogno di:

  • 175 grammi di farina 00;
  • 113 grammi di burro;
  • 55 grammi di zucchero di canna;
  • 85 grammi di zucchero semolato;
  • 1 uovo (circa 60 grammi);
  • una bustina di vaniglia;
  • 5 grammi di bicarbonato di sodio;
  • 3 grammi di sale;
  • 150 grammi di cioccolata. Io ho usato quella fondente al 50%, nessuno ti vieta di usarne una più fondente. Ho provato quella milka al latte e con quella bianca, ma mi sono piaciuti poco.

Preparati perché è facilissimo ed è questo il vero problema: puoi farteli davvero quando cazzo ti pare ed ingrassare senza ritegno.

In una ciotola mescola i 175 grammi di farina, i 3 grammi di sale e i 5 grammi di bicarbonato.

Fai sciogliere i 113 grammi di burro al microonde.
Senza farlo bruciare. Quando vedi che è già in gran parte sciolto, tiralo fuori e mescola con una forchetta. Così si scioglierà del tutto e tu non fai casini inutili.

In un’altra ciotola versa il burro, i 55 grammi di zucchero di canna e gli 85 di zucchero semolato.

Mescola bene.

Aggiungi l’uovo.

Aggiungi poi la bustina di vaniglia.

Puoi ora unire la farina a questo composto.

Ora taglia la cioccolata con un coltello. Devi ridurla a pezzettoni, né grandi né piccoli. Insomma, li devi incorporare al composto, quindi valuta tu la grandezza. Ecco i miei:

Il tuo composto ora dovrebbe avere un aspetto molto compatto:

Cacciaci dentro la cioccolata, con anche tutta quella che si sarà polverizzata durante la lavorazione. Mica si butta niente.

Incorpora bene la cioccolata all’impasto.

Ora devi mettere il composto in frigo per almeno un’ora. Se vuoi coprilo con una pellicola trasparente, altrimenti fregatene come faccio io.

Trascorso questo tempo riscalda il forno a 190 gradi. Deve essere ben caldo quando ci metterai dentro i biscotti, nel dubbio aspetta qualche minuto in più prima di iniziare la cottura.

Metti della carta da forno su una teglia e con le mani forma delle palle di impasto.

Disponile sulla teglia ben distanziate tra loro perché durante la cottura cambieranno tantissimo forma ed hanno bisogno di spazio.
Ti conviene fare due infornate, anche perché cuociono meglio. 

Inforna a 190 gradi per 12-13 minuti. 
Se a 12 il centro del biscotto di sembra veramente troppo morbido, rimettili dentro per un minuto. Un minuto dopo sono pronti e basta, lasciali raffreddare bene.
Dovrebbero avere un aspetto del genere:

Che poi in foto non rendono per un cazzo, nella realtà sono molto più belli di così.
I biscotti sono molto morbidi: croccanti ai lati e al centro supermorbidosi. E già questo tipo di consistenza lo vedrai all’uscita dal forno, quindi fidati di me: tredici minuti sono un tempo più che sufficiente di cottura. 

Ciao e buon appetito!

Lo yogurtone di Capitan Tsubasa.

Sì. C’è stato un tempo non tanto lontano (tipo fino a sei giorni e mezzo fa) in cui mi compravo i giornalini giapponesi e mi divertivo pure.

Ebbene sì: ho osato scrivere GIORNALINO GIAPPONESE.

Capitan Tsubasa però l’ho mollato dopo 5 numeri: un inno alla droga come pochi, con bambini che urlano tutto il tempo in preda ad un entusiasmo da cocaina che ti provoca il mal di testa dopo manco tre vignette e mezzo.

A confronto, lui è un turista dell’euforia.

Tutto questo per dire che lo yogurtone con cui farai merenda davanti a Bim Bum Bam lo battezzo Capitan Tsubasa così, per menarmela un po’ e per far vedere che.

E perché ho scelto proprio quel drogato di Tsubasa? Ho comprato dei biscotti minuscoli – che ho ovviamente usato per la dose mastodontica giornaliera del pranzo – con queste forme qui:

Impossibile non pensare ad Oliver Atom (o Atton o Hutton) ed al suo Il pallone è il tuo miglior amico, andrò in Brasile! sbraitato in ogni scena.

Quindi Go, go, go!, ma prima ci vuole la sigla!

Lallalaralalalla! Laralallalaralalaaaa…

Per preparare uno yogurtone alla Capitan Tsubasa hai bisogno di:

  • uno yogurt bianco greco. Ho usato quello della Fage 5% grassi, dal peso dichiarato di  170 grammi;
  • un paio di cucchiaini di miele di castagno;
  • un goccio di latte per ammorbidire il tutto;
  • 50 grammi di biscotti al cioccolato. Quelli che ti pare, se trovi quelli in miniatura ti rendi la vita più facile;
  • 25 grammi di farro soffiato al miele. Oppure quello che vuoi: Cheerios, Corn Flakes, Coco Pops… di certo non fare la spesa perché io ho usato il farro soffiato, come i fighetti;
  • una pesca. Del tipo che ti pare. Oppure un altro frutto a tua scelta.

Rovescia lo yogurt nella tua tazza per la merenda. Una tazza grande: la dobbiamo riempire di cagate.
Versa anche un paio di cucchiaini di miele.

Mescola bene, con una forchetta o un cucchiaione.
Lava bene la pesca e tagliala a pezzi. Mi raccomando: non togliere la buccia come fanno gli psicopatici.
Aggiungi anche lei nella tazzona.

Mescola bene.
Se hai comprato dei biscotti grandi grandi, ti tocca spezzettarli con le mani, direttamente sul pappone.
Con i piccoli devi solo stare attenta a non esagerare nel cacciarne: 50 grammi è una quantità adeguata, fermati.

Infine unisci i 25 grammi di farro al miele o del cereale che hai scelto.
Mescola ancora bene e, se ti sembra tutto troppo papposo, puoi ammorbidire con un po’ di latte. Aggiungi, mescola, aggiungi e mescola fino a quando ottieni la consistenza che ti piace.

Alla fine dovresti avere ottenuto questa bomba calorica non indifferente:

Finito!
Accendi la tv, metti Holly e Benji (e non quella cagata di Palla al centro per Rudy, per cortesia) e fai merenda.

Sigla finale!

Ciao e buona merenda!