Fusilli con i pomodorini

La cosa più incredibile di questa ricetta è che non l’abbia mai scritta. Ci sono ben 2 tipi di pasta al sugo (talmente uguali che bisognerebbe chiedere al Kaiju del passato perché cazzo le abbia inserite entrambe) e manco una con i pomodorini non poltigliati?
Ma che c’ho nella testa?

Roba da prendermi a pizze in faccia.

Rimediamo subito, che è sempre la validissima salvezza in quei giorni in cui ti sei talmente tanto riempito di cibo che sarebbe opportuno non cenare.
Solo che chi ce la fa a non cenare?
Quanto fa cagare, non cenare?
Così i pomodorini vengono a salvarci.

Anche se i più saggi sanno perfettamente che i pomodori, di solito, hanno solo perfide intenzioni.

Go, go, go!

Per preparare dei fusilli con pomodorini, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di fusilli integrali. O non integrali. O anche non fusilli. Direi che però eviterei la pasta lunga;
  • 20 grammi d’olio;
  • uno spicchio d’aglio;
  • abbondante basilico;
  • sale, pepe;
  • 600 grammi di pomodorini.

Metti l’acqua della pasta a bollire, che tanto qui oggi si fa presto.
Poi vai a prendere un coltello che ci occupiamo dei pomodorini.

Anche uno meno minaccioso va bene.

Taglia i pomodorini a metà o in 4, a seconda di quanto sono grandi. Non devono essere pezzi troppo piccoli perché non dobbiamo formare un sugo.
Inoltre se hai comprato dei ciliegini ti consiglio di decapitarli perché la parte col picciolo è molto più dura e soprattutto è lì che possono vivere i vermetti. Se invece prendi i perini o i datterini non preoccuparti della durezza, assicurati solo che non ci siano i vermi: se vedi dei buchi esterni, ci sono o c’erano.
Capitan Ovvio, sì, ma ogni tanto bisogna ribadire le robe facili. Non si sa mai.

In una padella versa 20 grammi d’olio, falli scaldare e poi cacciaci dentro uno spicchio d’aglio tagliato a pezzetti.

Appena è colorato, caccia dentro i pomodorini.

Ora i pomodorini devono stare lì dentro proprio per poco. Tipo MASSIMO 10 minuti. Devono scaldarsi e non sfaldarsi.
Girali spesso.

Poi spegni la fiamma, aggiusta di sale, caccia dentro del basilico tagliuzzato con le mani ed attendi la pasta.
Ecco come devono essere:

Ricordati di riaccendere la fiamma sotto la padella un minuto prima dell’arrivo della pasta, così la padella sarà calda. Altro Capitan Ovvio, già.

Scola la pasta un minuto prima del tempo indicato sulla confezione, cacciala in padella e falla saltare giusto 30 secondi, il tempo perché si amalgami con tutto il resto.

Prepara le porzioni e su ogni piatto metti altro basilico ed un po’ di pepe.
Ecco cosa dovresti avere davanti a te:

Ciao e buon appetito!

Rigatoni al sugo con speck e asiago

Siccome so che il tuo primo pensiero al risveglio è cibociboeancoracibo eccoci qui, ad aggiornare alle otto del mattino.

tumblr_np4ptaumap1upcgcio1_500

Dubbio che perseguita un po’ tutti noi.

Oggi prepareremo dei rigatoni al sugo con speck e asiago: piatto estivo, leggero, tipicissimo di questi mesi caldissimi dalle abbronzature atomiche.
Però prometto che mi farò perdonare e metterò ricette di frullati.
Go, go, go!

Per preparare dei rigatoni al sugo con speck ed asiago, per due persone, hai bisogno di:

  • 180 grammi di rigatoni;
  • 100 grammi di speck tagliato a dadini;
  • 350 grammi di passata di pomodoro;
  • 100 grammi di asiago grattugiato + una ventina tagliato a cubetti piccoli. Puoi sostituire l’asiago con un formaggio simile a scelta. Libera anche di usare i rimasugli di tutti i formaggi che hai nel frigo. Non ci sono regole, il caos regna;
  • 2 cucchiai d’olio, pepe, mezza cipolla bianca;
  • spolverata leggerissima di parmigiano.

Indovina da dove dobbiamo cominciare? Esatto, metti a bollire l’acqua della pasta.

Versa due cucchiai d’olio in una padella e fai appassire la cipolla tritata, usando una fiamma bassa.

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo1_1280

Nel frattempo taglia lo speck a dadini molto piccoli.

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo2_1280

Unisci lo speck in padella e fai soffriggere per qualche minuto, a fiamma medio bassa.

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo3_1280

Mentre attendi, occupati dell’Asiago.
Grattugia i 100 grammi, usando i buchi grandi:

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo4_1280

Riduci  a dadini piccolissimi il rimanente formaggio (una ventina di grammi dovrebbe bastare).
Tieni il tutto da parte, ci servirà alla fine.

tumblr_p6zgfnysen1r0awsqo1_1280

Aggiungi i 350 grammi di passata di pomodoro e fai cuocere a fiamma bassa per 15 minuti, girando molto spesso.

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo5_1280

Cerca di regolarti con i tempi di cottura della pasta. Se però sei in ritardo, dopo 15 minuti spegni il sugo e lascialo semi coperto. Quello che conta è che riaccendi la fiamma sotto la padella un paio di minuti prima dell’arrivo dei rigatoni, perché il sugo ci serve caldissimo per fare sciogliere il formaggio. 

Tira fuori la pasta due minuti prima del tempo indicato sulla confezione, senza buttare la sua acqua di cottura, e finisci la preparazione in padella. Tieni ancora accesa la fiamma dell’acqua della pasta, potrebbe servirti anche quel calore.

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo6_1280

A fiamma media, gira molto spesso ed aggiungi cucchiaiate di acqua della pasta se occorrono. Non è acqua normale: è colma d’amido, dunque ti aiuterà a formare una consistenza cremosa.
Quando spegni la fiamma fai in modo che ci sia ancora del liquido di fondo.

A fiamma spenta inizia ad aggiungere l’asiago grattugiato a manciate:

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo7_1280

Mescola, fai sciogliere il formaggio, aggiungine altro e mescola ancora. Fino alla conclusione dell’asiago che hai grattugiato.

Nel caso la padella non fosse super calda ed il calore quindi non fosse sufficiente, non accendere la fiamma. Appoggia semmai la padella sopra la pentola in cui hai cotto la pasta, che ha ancora l’acqua bollente. Il vapore dell’acqua dovrebbe aiutarti ulteriormente a fare sciogliere l’asiago (ma se hai tenuto il sugo della padella in caldo, non dovrebbero servire ulteriori accorgimenti).

Ecco cosa dovresti avere davanti a te:

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo8_1280

Forma le porzioni. Spolvera ogni piatto con del pepe, un velo leggerissimo di parmigiano e qualche cubetto di asiago.
Ecco qui:

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo9_1280

E siccome è mondiale e bestiale, ti regalo un’altra foto:

tumblr_p6zgmqnf2l1r0awsqo10_1280

Come spesso accade non ho aggiunto sale: lo speck è sapido, il formaggio pure.

Ciao e buon appetito!